Schiocchi d’inverno

Non visitava la casa dei nonni materni da molti anni. Amava trascorre del tempo lì, ma sempre più spesso, al piacere di percorrere il lungo corridoio in cui aveva imparato ad andare sui pattini a rotelle, si mescolava una nostalgia così languida da renderlo malinconico per lunghe ore; così, quasi che il cuore con l’età…

Lui

Tilda si affacciò alla finestra. La città era sferzata dal vento e le poche persone che camminavano intabarrate nei loro cappotti sembravano in balia di un destino ineluttabile. Era stato così per tutto il giorno: se davvero voleva raggiungerlo, se voleva vedere proprio Lui, doveva sfidare quel fato burrascoso e, in un certo senso, provare…

L’ultima consegna

Il signor Dino incrociò le braccia sul petto e prese a strofinare vigorosamente le spalle con le mani ruvide. Mosse qualche passo verso la stufa, chinando la testa in avanti quel tanto che bastava per sentire il calore accarezzargli il volto; era una sensazione stupenda, un sollievo immediato che lo proiettava istantaneamente verso il tepore…

La bambina nella bolla

Non avrebbe mai pensato di varcare quella soglia ancora una volta, in vita sua. La faccenda, invece, le si era prospettata all’improvviso e si era concretizzata nel giro di pochi giorni, senza darle il tempo di pensare troppo al significato emotivo di quel ritorno. Non aveva abitato lì a lungo, poco più di tre anni,…

Diamante

Non avere il tempo di pensare. Lo aveva desiderato spesso, negli ultimi tempi, e finalmente era accaduto. Impegni di lavoro, scocciature di vario genere, incombenze, imprevisti. Arrivava a fine giornata così stanca da non avere nemmeno la forza di aprire quello stupido gioco al cellulare o di alimentare la sua ansia con tutto ciò che…

Vi presento Lorena Diodati

A partire da oggi la storia di Lorena arriva in libreria. Voglio raccontarvi qualcosa di lei, una protagonista all’apparenza fragile, inerme, che deve lottare per riappropriarsi del proprio passato. Mi sono divertita a scriverla, a svelare il suo vero carattere, la sua natura, con tutte le implicazioni che comporta. Ho avuto l’opportunità di collaborare con…

Il giustiziere

-Forza Sam, alzati! Non puoi arrivare in ritardo anche oggi!-. Samuele si stropicciò gli occhi e stiracchiò gambe e braccia sotto il piumone. Dopo 20 secondi già ronfava di nuovo, così non percepì il rapido scalpiccio dei due piedini cicciuti che stavano per spiccare un salto a mezzo metro dal suo letto. -A-L-Z-A-T-I !!!- strillò…

Monsone

Trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato. È capitato oggi in quel di Pirri, vicino a Cagliari, nei venti minuti in cui si è scatenato il monsone. Secchiate d’acqua sulla gonna a quadri, subito appiccicata alle cosce, capelli che nemmeno dopo un tuffo da Su Giudeu. Questo in 30 secondi di corsa sotto il portico…

Sfarfallio

La piazza non era molto affollata. I tavolini dei locali, le panchine, perfino la scalinata che portava alla scuola Alberto Riva, frequentata quando era una bambina, si sarebbero popolati dopo il tramonto e tutto intorno l’aria tiepida avrebbe risuonato di un chiacchiericcio allegro, accompagnato dal tintinnare dei bicchieri. La fine di una giornata di mare…

I bozzetti di Corrina

Per chi ha letto il precedente racconto, ecco alcuni dei bozzetti realizzati da Corrina per la festa da ballo. Ho pubblicato il video su Instagram e mi sembrava giusto metterlo anche qui. Eccolo: Grazie all’illustratrice Stefania Costa per aver prestato a me e a Corrina i suoi figurini di moda. Buon sabato sera! Lorella